Processo civile: sms e chat sono prove?

In sede di processo civile, SMS e chat possono essere considerate prove unicamente se acquisite con modalità che ne garantiscono originalità e integrità.

Nell’era del digitale interagire e interfacciarsi con gli altri è cambiato in maniera evidente. Alle famose lettere scritte a mano, si è sostituita la messaggistica istantanea.

Come funzionano le leggi sull’uso di SMS e chat in sede legale.

Le nostre leggi non hanno proceduto di pari passo con l’evoluzione tecnologica.

Il legislatore è rimasto indietro con i tempi. Non ci sono leggi che regolamentano l’uso dei messaggi sulla casella di posta elettronica, sul cellulare (sms e chat Whatsapp) o sulle chat dei principali social network in sede legale.

A rimediare a questo vuoto, tuttavia, ci ha pensato la Giurisprudenza, pronunciando delle sentenze in materia.

Attraverso le diverse interpretazioni delle sentenze susseguitesi nel tempo, si è arrivati a riconoscere agli SMS, alle chat e altri documenti informatici, piena efficacia probatoria nel giudizio civile.

Cosa disciplina l’uso di SMS e chat come fonte di prova. 

L’sms rientra oggi nella disciplina delle rappresentazioni meccaniche (fotografie, riproduzioni cinematografiche e registrazioni fonografiche), ovvero tutto ciò che è stato realizzato mediante l’utilizzo di uno strumento (macchinario).

SMS e chat assumono, di conseguenza, piena rilevanza di prova dei fatti e delle cose rappresentate, nel caso in cui colui verso il quale viene scambiato il messaggio non ne contesti la conformità.

A tal proposito, non è sufficiente una generica contestazione del documento.

Esso deve essere:

  • chiaro
  • circostanziato
  • esplicito
  • concretizzarsi nell’allegazione di elementi attestanti la non corrispondenza tra la realtà fattuale e quella riprodotta.

Come salvare SMS e chat in modo semplice e legale.

Un’applicazione può fare la differenza quando la tecnologia è studiata sulle necessità delle persone per la risoluzione di problematiche delicate.

A differenza delle altre app, MyTutela permette di salvare sms, chat e foto, nonché di effettuare registrazioni ambientali e telefoniche in modalità forense, ovvero garantendo originalità e integrità dei file. Custodisce inoltre tutti i dati all’interno di un Cloud, proteggendoli anche nei casi in cui vengano cancellati, danneggiati o smarriti.

Se il processo di selezione del materiale probatorio da presentare in giudizio rappresenta una fase difficile, con MyTutela diventa più semplice!

Attraverso un report dettagliato delle attività, infatti, l’applicazione consente di individuare le prove “utili”, semplificando e velocizzando la macchina della giustizia e collaborando in prima persona per la salvaguardia dei propri diritti.

 

Non aspettare che sia troppo tardi. Scarica MyTutela