Sicurezza online: come riconoscere un profilo falso su Facebook e Instagram

Saper distinguere un falso profilo sui Social Network è molto importante, soprattutto al giorno d’oggi, in cui la privacy degli utenti è minacciata dall’esistenza di malintenzionati che in forma anonima sfruttano il web per connettersi con le loro potenziali vittime. Eppure sin da piccoli i nostri genitori ci hanno sempre insegnato a diffidare dagli sconosciuti e a non ‘accettare caramelle’. Allora ci chiediamo per quale motivo in questo luogo che è l’online questa semplice regola non dovrebbe essere presa in considerazione.

6 passi per riconoscere un falso profilo su Facebook

Una recente statistica ha rilevato che ci sono circa 1,23 miliardi di account registrati su Facebook e che tra questi ci sono almeno 137 milioni di registrazioni effettuate sotto falso profilo. Utenze fantasma, spesso ladri di identità, che abusano della notorietà e spesso dell’aspetto fisico di persone ignare, per spiarne e trarne in inganno altre.

I modi per riconoscere un profilo fake sono:

 

  1. La foto profilo. Un modo efficace è quello di verificare l‘immagine identificativa della persona che richiede l’amicizia sulla piattaforma. Inoltre, è opportuno controllare la quantità e la qualità di fotografie pubblicate sul profilo dell’account social. Infatti, se nelle foto pubblicate la persona non è chiaramente identificabile, come lo è nella foto profilo, è molto probabile che si tratti di un fake.
  2. Amici in comune. Se il profilo non ha amicizie in comune con te, la probabilità che si tratti di un ‘fake profile’ è molto elevata. Per esserne ulteriormente certi è importante controllare la quantità di uomini e di donne che risultano “amici” del profilo. Se risulteranno molti uomini e poche donne o viceversa, questo sarà un ulteriore conferma.
  3. Il nome. Se l’utente ha un nome straniero, ad esempio di origine latino-americano, e voi non avete connessioni con nessuna persona straniera, è possibile che si possa dubitare della sua autenticità.
  4. Attività sul social network. Controllare accuratamente i contenuti condivisi sui social dal profilo sospetto e la frequenza con cui vengono pubblicati. Un ulteriore spia che ci sia qualcosa di strano si può ricavare dalle informazioni che l’utente ha pubblicato su se stesso: età, data di nascita e città di provenienza. Spesso più informazioni l’utente condivide nel proprio profilo social e più è probabile che si tratti di una persona reale.                                                          
  5. I “Mi piace” alla foto. Osservare la quantità di like che la persona riceve quando condivide contenuti sui social è importante. Se infatti non ne risulta nessuno o ne risultano molto pochi, questo può essere un indizio che unito ad altri può farci ritenere di avere a che fare con un falso profilo.
  6. Data creazione del profilo. Ad esempio è poco probabile che una persona di età compresa tra i 20 e 30 anni si sia registrata sulla piattaforma da poco tempo e che risulti poco attiva al suo interno.                         

Instagram: i profili ‘bot’ e come riconoscerli

Se qualcuno di voi crede che Instagram sia un social network immune da falsi profili si sbaglia enormemente.  Una recente statistica di giugno 2018 ha rilevato infatti che il numero di utenti attivi, registrati sulla piattaforma, ha raggiunto 1 miliardo e che tra questi almeno 25 milioni non corrispondono a pieno ad un profilo reale, seguito e controllato da un essere umano.

Questo perché molto spesso aziende e imprese che vorrebbero aumentare la loro notorietà acquistano profili bot (robot), al fine di aumentare il numero dei follower e di ricevere più like possibili.

E’ essenziale, quindi, fare attenzione a determinati fattori per riuscire a capire quando ci troviamo di fronte ad un bot e non ad un profilo reale:

  1. Le foto pubblicate. Se queste ricevono molti like ma non sono accompagnate da nessun tipo di commento o da nessun hashtag, è molto probabile che si tratti di un bot.
  2. Il nome del profilo. Solitamente un account bot è caratterizzato da un nome generato casualmente dal sistema del social network, composto dalla parola “Instagram” ma scritta in diverse modalità (insta, instagra, etc…) e accompagnata da una serie di numeri casuali.
  3. La tipologia di followers. Attraverso i loro nomi profilo, la presunta età che dimostrano e le interazioni che hanno con il presunto “profilo falso” è possibile capire se si tratta di un account fake oppure no.
     

    Se pensi di essere vittima di un reato, raccogli le prove e tutelati!

    Non aspettare che sia troppo tardi.

    Scarica MyTutela